Il 22/08/2012 la polizia locale di Pregnana Milanese riceveva disposizione dal Magistrato di procedere ad affidare in custodia circa 1150 esemplari di tartaruga Trachemys Scripta Scripta, sottoposte a sequestro.

100_8984
Fu scelta l’oasi WWF di Vanzago (MI) vista la mancanza di centri specifici per questo genere di animali. Ma vista l’incompetenza e la mancanza di attrezzature idonee (l’oasi si occupa solo di specie autoctone) le tartarughine cominciarono a morire lentamente soffrendo. Nella foto sotto vediamo le condizioni in cui erano custodite prima del nostro arrivo.

100_8874-001

Il giorno 12/12/2012 il PM titolare dell’indagine, ha autorizzato la polizia locale procedente, a individuare strutture idonee per la salvezza di questi animali. Tra queste strutture è stata selezionata la sede della Associazione Tartamondo Onlus sita a Castelnuovo Bormida in provincia di Alessandria. 100_8878-001Il giorno 31/01/2013, Rino Sauta,presidente dell’Associazione Tartamondo Onlus, si recava a Vanzago per prendere in custodia 100 tartarughine,numero consistente ma facilmente gestibile dall’esperienza dell’erpetologo alessandrino.

” Ricordo ancora che la maggior parte di quelle tartarughine era diventata gommosa, quando le prendevo con due dita il loro guscio si piegava come gelatina”

Nella foto a destra vediamo il rappresentante della Polizia Locale di Pregnana Milanese sorridente per aver trovato degli amanti delle tartarughe capaci e volenterosi di salvare questi animali sfortunati.

100_8898-001

Firmando un verbale di affidamento in custodia Rino Sauta ( foto in basso a destra) si è impegnato a rispettare tutte le leggi vigenti riguardo le tartarughe sottoposte a sequestro penale,inoltre avrà la facoltà di sottoscrivere con privati referenziati, un accordo di affido provvisorio degli animali i quali non muteranno la loro situazione giuridica,e rimarranno formalmente sotto la custodia dell’Associazione Tartamondo Onlus, fino a decisione del magistrato sul come chiudere la triste faccenda.

100_8883-001

100_8886-001

“Ricordo di aver deciso di accudire solo 100 delle poche tartarughine rimaste in vita nell’oasi WWF, per gestire al meglio la campagna adozioni      

(che da temporanea molto probabilmente si trasformerà in permanente), il loro mantenimento in salute, e su questa storia realizzare una campagna di sensibilizzazione per fare in modo che azioni del genere si ripetano sempre meno o mai più, per la tutela di questi poveri animali che non hanno colpa di essere oggetto dei capricci degli uomini. Sono passati quasi 3 anni da allora e ho mantenuto le promesse”.

100_8890-001

 

100_8906-001Nella foto sopra le tartarughine spaventatissime inconsapevoli del loro destino. Nella foto a sinistra la vasca per la quarantena allestita da Tartamondo.

 

 

 

 

 

100_8903-001

 

100_8990

Le Trachemys hanno bisogno anche del tuo aiuto

Adotta una Trachemys a distanza e aiuta Tartamondo a fare in modo che cose del genere non si ripetano più!

L’adozione a distanza delle Trachemys servirà per sostenere il loro allevamento e per salvare i loro simili dall’ignoranza e dal maltrattamento.

Per adottarle a distanza visitate questa pagina: Adotta una Tartaruga


Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 897 iscritti.

Seleziona lista (o più di una):