Questo è un nuovo blog dedicato alle tartarughe; animali buffi o spettacolari, a seconda dei gusti. Comincio col spiegarvi il significato del titolo di questo articolo:

L’Arca

A volte mi soffermo ad osservare  dalla finestra lo skyline di questo piccolo villaggio dove vivo…vedo l’azzurro del cielo e il verde dei boschi di pioppi. Osservo con cura i dettagli e ripenso a quanti sacrifici e sanguinose battaglie (come nella serie tv Game of Thrones ) contro l’ignoranza, l’indifferenza e la burocrazia, ci è costato arrivare a tanto, poi mi accorgo che sotto casa mia passeggiano due esemplari di Centrochelys sulcata, poderosi, come due mastini, e ogni loro pesante passo mi riporta sul sentiero della soddisfazione, mi accorgo che l’impossibile è un concetto soggettivo…

…come soggettivo è il pensare di aver costruito un’arca, mi affaccio dalla finestra al mattino e riesco a vederla, una struttura pensata per traghettare i veri buoni, gli animali, verso una generazione futura, sicuramente migliore.

arca di george il solitario-tartamondo it

George

E’ il nome dell’ultimo rappresentante di una specie di tartaruga gigante delle isole Galapagos, la Chelonoidis abingdonii, che con la sua morte nel 2012 ha segnato l’estinzione della sua specie. Tutti lo chiamavano Lonesome George  (expired June 24, 2012) ed era il simbolo della lotta per la conservazione dell’ecosistema dell’arcipelago in cui viveva. Oggi il suo spirito, il suo ricordo, vive nel nostro progetto. Un progetto, un obiettivo, un sogno o fissazione, quello di far rispettare questi antichi rettili e di far conoscere a tutti il loro valore naturalistico.

Se vi piacciono questi animali, salite anche voi a bordo, si parte per un nuovo viaggio.

Benvenuti

101_0542

Articolo di Rino Sauta presidente A:T:O


Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 948 iscritti.

Seleziona lista (o più di una):